Nelle consuete telefonate che facciamo per sapere eventuali movimenti di mercato dei giocatori e dei tecnici, abbiamo fatto quella a “MISTER RICCARDO CAZZOLA” l’allenatore più volte subentrato a campionato in corso ottenendo sempre ottimi risultati.

Al tecnico abbiamo chiesto le ultime novità circa il suo futuro. Il mister risponde così:
“Qualche proposta a livello giovanile ma al momento sono al palo, fermo dalla 28°giornata dello scorso campionato….”

Ricordiamo che il mister era arrivato al LAGACCIO (Promozione Girone B) alla 10a giornata di campionato quando la squadra era ultima con soli 4 punti. Nelle successive 18 gare il Lagaccio di CAZZOLA ha ottenuto 24 punti prima di essere esonerato.

“La cosa non l’ho mai capita, sono uscito deluso ma senza alcuna polemica.” Le sue prime frasi del mister che prosegue dicendo: “confesso che uscire a due giornate con il traguardo a un passo, dopo una grandiosa rincorsa,  con  le ultime due gare da giocare contro: il COLLI DI LUNI in disarmo e che schierava i ragazzini del 2000/2001 e il CANALETTO destinato a giocare matematicamente il play out e che necessitava di preservare gli elementi migliori per giocare senza squalificati e/o infortunati lo spareggio salvezza, lascia un forte rammarico.”

Dopo una breve pausa il tecnico chiude così l’argomento Lagaccio:
“Da persona onesta e leale quale sono per me il risultato fondamentale rimaneva la salvezza del Lagaccio, i Ragazzi la meritivano tutta…”

Archiviata questa avventura con CAZZOLA ripercorriamo altre tappe della sua carriera:
“Mi è capitato quattro  volte di dover subentrare,  in tutte le occasioni è sempre andata  bene, quando subentrai alla PRAESE ottenemmo una miracola anticipata salvezza nonostante la criticità di classifica che trovai al mio arrivo, nei due anni successivi salimmo poi in Promozione, ma diciamo che il capolavoro è arrivato alla ROSSIGLIONESE squadra con la quale subentrai a Gennaio  ottenemmo la promozione in Prima Categoria e a seguire addirittura  il passaggio in  Promozione.”

CAZZOLA conclude la sua intervista dicendo:”
“è chiaro che partire con la squadra ad agosto resta la situazione ottimale, ma l’eventuale subentro a campionato iniziato  non mi spaventa, anzi in molti casi può diventare addirittura un ulteriore stimolo.”