Dopo la sconfitta nella gara play out di ECCELLENZA giocato ieri pomeriggio dalla Sammargheritese al Riva di Albenga, scende in campo il presidente Lenzo, il quale sostanzialmente dice che la sua squadra ieri ha patito la pressione dell’evento, ma che tecnicamente è più forte della compagine bianconera. Di seguito le impressioni del presidente arancione che riconosce i meriti alla società ingauna della superiorità di ieri ma nel complesso…

“L’Albenga ha meritato la vittoria, mentre la nostra è stata una prestazione davvero negativa.
E’ mancata principalmente la tenuta mentale.
I nostri sono tutti ragazzi molto seri, che rispecchiano appieno le caratteristiche della nostra squadra e ai quali siamo molto affezionati. Sappiamo che sono proprio loro i primi a tenere alla salvezza.
Proprio per questo, per la partita di ritorno spero in un netto cambio di marcia. Scendere in campo senza giocare la partita e retrocedere perché completamente consumati a livello nervoso, sarebbe frustrante.
A mio giudizio siamo più forti dell’Albenga, anche perché nel corso del campionato abbiamo tenuto testa a squadre come la Rivarolese e battuto formazioni come la Cairese o il Vado campione d’Eccellenza.
Ho già parlato con Camisa e lo staff tecnico: in settimana meglio che i ragazzi liberino un po’ la testa.
D’altra parte, siamo a maggio e il tempo dei bei discorsi è finito: chi ha ancora qualcosa da dire, lo faccia sul campo, nei novanta minuti.
Come dirigenza cercheremo di aiutarli al meglio, tentando di smuovere un po’ l’ambiente, perché è indubbio che sarebbe importante avere la giusta cornice sugli spalti.
(Andrea Lenzo – Presidente Sammargheritese)