Fabio Carletti, il tecnico della Sampierdarenese (fondatore del glorioso Certosa), spiega i segreti del successo casalingo al “Morgavi” contro un’ostica e tignisa VecchiaAudace Campomorone: < È stata una partita strana giocata bene da entrambe le squadre ….fino al 90’ la sorte aveva girato più a loro che a noi …. poi si è ribaltato tutto in 4 ‘ …. probabilmente il risultato più giusto era il pareggio e faccio i complimenti al mister ed a tutti i ragazzi della vecchia audace ….. ma sono due partite che la mia squadra nel bene e nel male ci crede fino all ultimo secondo e viene premiata …. peccato per il brutto inizio di stagione … speriamo di continuare su questa strada anche se onestamente sono un po’ preoccupato per tutti gli infortuni di oggi>.

Di Andrea Bazzurro