<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script> <!-- Barra Home Classifiche Dinamico --> <ins class="adsbygoogle" style="display:block" data-ad-client="ca-pub-5157180716173565" data-ad-slot="6536486539" data-ad-format="auto"></ins> <script> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); </script>

SCIARBORASCA  la vittoria ai play off potrebbe risultare inutile

Il rischio, assolutamente fondato, è quello di aver vinto i play off di Seconda Categoria girone C, ma di rimanere ancora in questa maledetta categoria. Il motivo? molto semplice. In queste ultime ore cresce la preoccupazione da parte dei piani alti del calcio ligure che la Terza Categoria salti in caso di una Prima Categoria a 16 squadre per girone. Visto che la soluzione a 15 team era stata una pura emergenza, si potrebbe ripiegare a 14 per raggruppamento, una eventualità che non piace, ovviamente, al patron dello Sciarborasca, Carlo Schelotto: “Sarebbe una totale ingiustizia, un danno enorme, perchè lo si poteva dire prima, a inizio campionato, così eravamo tutti consci degli obiettivi. Addirittura gli altri anni furono promosse in Prima Categoria le squadre che perdettero i play off ed ora si parla che nemmeno la prima salga su”.
Dai calcoli matematici, ecco spiegato l’inghippo: dalla Prima Categoria sono scese in 8, ma dalla Seconda ad ora solo le 6 vincenti dei gironi. Quindi per pareggiare i conti mancano due squadre, ossia le migliori due squadre delle 6 che hanno vinto i play off dei sei gironi di Seconda. Questo solo se si opterà (il consiglio ligure) di comporre gironi da 14 sodalizi l’uno, altrimenti a 16 il problema non si pone nemmeno. Il tutto senza considerare eventuali fusioni o società che scompariranno, che ce ne sono sempre.
Ma il presidente ponentino si sofferma su una stagione magica: “L’anno precedente in Prima Categoria girone A ci ha insegnato molto, anzi, quest’anno eravamo senza dubbio più forte. Onore a mister Berogno, che senza dubbio sarà confermato per un’altra stagione, al suo vice e al preparatore dei portieri, per l’ottimo lavoro svolto. Abbiamo avuto una difesa di ferro, era il nostro punto di forza. Onore al Torriglia che ha vinto il campionato e ha messo tanto fieno in cascina nel corso della prima parte di stagione in previsione, poi, di una battuta a vuota che c’è stata puntualmente. Un avversario che ci ha dato del filo da torcere è stata senza dubbio l’Isolese, in particolare nel match di ritorno in campionato. I giovani? siamo molto ben messi, infatti abbiamo già in rosa alcuni ’96 e ’97 che vanno bene per le regole vigenti in Prima Categoria. Il girone? questa volta spero davvero di finire nel girone C vista l’esperienza nell’A di due anni fa, e poi, per una volta, che ci vada il Cogoleto se proprio una genovese dovrà andarci. Ma pensate un girone di Coppa Liguria di Prima Categoria a tre con Cogoleto ed Arenzano, se dovesse disgraziatamente retrocedere dalla Promozione, noi una vera e propria eccezione di fronte a realtà talmente blasonate e con un grandissimo settore giovanile!”.

 

 

 

 

 

 

SCIARBORASCA  la vittoria ai play off potrebbe risultare inutile
<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script> <!-- Barra Home Classifiche Dinamico --> <ins class="adsbygoogle" style="display:block" data-ad-client="ca-pub-5157180716173565" data-ad-slot="6536486539" data-ad-format="auto"></ins> <script> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); </script>