SERIE D: FEZZANESE SALVA ECCO IL PERCHE’

Andando a vedere le carte federali con le ultime spiegazioni per determinare criteri di promozioni e retrocessioni, ripescaggi e riammissioni. è abbastanza chiaro, almeno per noi di DILETTANTISSIMO, che la FEZZANESE debba essere la prima avente diritto ad essere ripescata e dovrebbe quindi avere il diritto a giocare anche il prossimo anno in Serie D. Prendendo il posto della vincitrice della Coppa Italia di Eccellenza come specificato sul comunicato ufficiale N. 214 A dell’8 Giugno 2020 (Clicca qui per leggere).

Comunicato dal quale prendiamo la parte interessata:

si ritiene che, al fine di salvaguardare il primario valore del merito sportivo che caratterizza ogni competizione sportiva, dovrà tenersi conto della situazione di classifica come maturata al momento della disposta interruzione definitiva delle stesse competizioni sportive. Sia per quanto riguarda le promozioni che per quanto riguarda le retrocessioni.

In virtù dell’applicazione di detto criterio, pertanto, potrebbe darsi luogo, al fine di consentire la partecipazione alla prossima Stagione Sportiva 2020/2021, alle seguenti promozioni e retrocessioni per ogni singola competizione:

Campionato di Serie D: 1 promozione e 4 retrocessioni per ciascuno dei 9 gironi.

Per l’applicazione di detti criteri, dovrebbe essere delegata alla Lega Nazionale Dilettanti la compilazione delle classifiche.  Conseguentemente la determinazione delle Società promosse e retrocesse per ogni singolo Campionato.

In relazione al Campionato di Eccellenza, organizzato dalla L.N.D a livello Territoriale, inoltre, attesa la diretta connessione con il Campionato di Serie D, dovrebbero applicarsi i medesimi criteri. Conseguentemente, tener conto della situazione di classifica come maturata al momento della disposta interruzione definitiva della stessa competizione sportiva.

Sulla base di questo criterio sono state promosse dal campionato di Eccellenza al campionato di Serie D il LAVELLO e il ROTONDA CALCIO (Eccellenza Basilicata). Come il SALUZZO e il DERTHONA (Eccellenza Piemontese), arrivate al primo posto a pari punti. Tutte quattro promosse scavalcando squadre che avevano una media punti superiore come specificato nel Comunicato ufficiale 324 che scrive: (Clicca per leggere il comunicato completo).

Per quanto riguarda l’organico del Campionato Nazionale di Serie D della Stagione Sportiva 2020/2021:

i 7 posti delle gare spareggio-promozione tra le squadre seconde classificate nei Campionati di Eccellenza, ex art. 49 N.O.I.F., non disputate a causa dell’interruzione delle competizioni sportive della L.N.D., sono assegnati attraverso una graduatoria specifica. Che terrà conto prioritariamente delle Società classificate ex-aequo al primo posto nelle classifiche cristallizzate del Girone unico di Eccellenza del C.R. Basilicata e del Girone “B” di Eccellenza del C.R. Piemonte Valle d’Aosta. Considerati il valore del merito sportivo e la circostanza che le Società interessate si sono classificate al richiamato primo posto ex-aequo, con identico numero di gare disputate ed ampio distacco dalla terza classificata. Successivamente delle 5 migliori Società tra le 26 rimanenti nella graduatoria tra le seconde classificate in Eccellenza all’esito dell’applicazione del cosiddetto criterio della media dei punti. Cioè il rapporto tra il punteggio cristallizzato e il numero delle gare effettivamente disputate nel rispettivo Girone di Eccellenza.

Per questo principio SALUZZO e DERTHONA che avevano una media punti di 2,048 hanno superato nella graduatoria la prima avente diritto. Che era il SANT’AGATA che aveva una media punti di 2,364 come specificato nel Comunicato Ufficiale N. 324 del 18 giugno (Clicca qui per leggere il comunicato completo). Nello stesso comunicato viene specificato che il posto nell’organico di Serie D riservato alla vincente della coppa Italia di Eccellenza verrà assegnato a seguito di ripescaggio.

Questo posto deve essere assegnato alla FEZZANESE, seguendo il criterio di salvaguardare il merito sportivo, adottate per le promozioni di ECCELLENZA e  utilizzato per le retrocessioni dalla Serie D.

A questo punto la FEZZANESE, a nostro parere, è la prima avente diritto ad essere ripescata. Questo perché tra le squadre arrivate al quart’ultimo posto a pari merito è l’unica ad averlo fatto ad ex equo della quintultima e della sestultima classificata. Che erano rispettivamente BRA e GHIVIZZANO che, con 26 punti in 25 partite, occupavano la stessa piazza della squadra del presidente ligure IVAN STRADINI.

Le altre squadre di Serie D arrivate a pari merito al quartultimo posto che sono:

Corigliano e Marsala 25 punti con 26 partite giocate (Serie D Girone I),
Prodechio e Vigasio 30 punti in 27 partite giocate.

Arrivate quartultime, ma a pari merito con formazioni posizionate al quintultimo posto. Secondo i criteri suggeriti  nel comunicato ufficiale 214 A dovrebbero avere un minore merito sportivo rispetto alla Fezzanese, e scivolare in coda alla squadra spezzina.

In realtà giunte al quartultimo posto a pari merito ci sarebbero anche :
Nocerina, Grumentum e Nardò. Posizionate rispettivamente al quintultimo, quartultimo e terzultimo posto a pari merito con 27 punti e 26 partite giocate.

Questa rimane la nostra idea e la nostra posizione in virtù del criterio applicato per le formazioni approdate a pari merito al 1° posto del campionato di Eccellenza e promosse in Serie D.

TORNA ALLA HOME DI DILETTANTISSIMO