SAVONA -UNIONE SANREMO: 2-5 (1-2)
Marcatori: Scalzi al 16’, Murano al 33’, Cabeccia (su calcio di rigore) al 38’, Scalzi al 68’, Boggian, 78’ Caboni, 78’ Monteleone 80’.
SAVONA:

Prisco, Mariotti, Pollice, Fenati, Ferrando, Bagni, Damiani, Ymeri, Murano (dal 63’ Boggian), Scienza (dal 50’ De Martini) e Vittori (dal 70’ gallo). (A disposizione Sadiku, Conti, Asllanaj, Magni, Gallo, Di Simone, Clematis). Allenatore: Maurizio Braghin.

U SANREMO:

Palmieri, Zanette, De Biasi, Cabeccia, Negro (dal 22’ Monteleone), Bianco, Gagliardi, Taddei, Caboni (dall’86’ Gambacorta), Scalzi (dal 74’ Sirigu), Anzaghi. (A disposizione Pronesti, Del Barba, Di Lorenzo, Aretuso). Allenatore Giancarlo Riolfo.
Arbitro: Matteo Marcenaro (Alessandro La Veneziana e Francesco Laganà).
Note: spettatori 600 circa. In tribuna il centrocampista della Juventus, Stefano Sturaro. Recupero: primo tempo +4, secondo tempo 0.
Ammoniti: Mariotti, Bagni, Ymeri e Scienza per il Savona; Zanette e Taddei per la Sanremese. Espulsi Damiani (insulti all’arbitro) e Ferrando (doppia ammonizione), entrambi per il Savona.
Cronaca: A diciotto anni di distanza la Sanremese torna a vincere una partita ufficiale al “Bacigalupo” contro il Savona. L’ultima vittoria biancazzurra in casa biancoblu era targata stagione 97/98: 1-0 rete di Alessio Bifini. Quel campionato si concluse con la promozione in C2 della Sanremese allenata da Luigi Cichero. Tornando ad oggi, il successo sul Savona è stato meritato e proietta la squadra di mister Giancarlo Riolfo al secondo turno di Coppa Italia: domenica prossima affronterà l’Argentina. Dopo il primo quarto d’ora di studio, la Sanremese passa in vantaggio al 16’ con un splendido calcio di punizione dai venti metri di Scalzi che, con un tiro di sinistro, scavalca la barriera e non lascia scampo a Prisco. L’estremo difensore del Savona, vanamente proteso in tuffo, può solo sfiorare la palla. Al 22’ Vittori gira a lato un cross dalla destra di Mariotti. Terminata l’azione, Negro esce per un brutto colpo alla testa. Il difensore biancazzurro viene portato in ospedale per accertamenti. Con l’uscita di Negro e l’ingresso di Monteleone, l’età media della Sanremese scende ulteriormente: 21 anni. Al 30’ è Prisco a negare la gioia del gol a Gagliardi, rifugiandosi in angolo con una grande parata. Sugli sviluppi del corner, Caboni manda alto da buona posizione. Al 32’ Palmieri devia in angolo una conclusione di Murano. Un minuto dopo è lo tesso Murano, scattato sul filo del fuorigioco, a presentarsi tutto solo davanti a Palmieri e a segnare la rete dell’1-1. Al 37’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Scalzi, Prisco manca la presa e Mariotti atterra Monteleone mentre si apprestava a battere a rete: calcio di rigore ineccepibile. Cabeccia dal dischetto segna con sicurezza spiazzando Prisco. Il primo tempo termina sul 2-1 per la Sanremese.
Al 65’ il Savona resta in 10 uomini per l’espulsione di Damiani. Tre minuti dopo Scalzi, con una conclusione di sinistro con una conclusione di sinistro a giro, mandava la palla nell’angolo più lontano alla destra di Prisco. La sfera, calciata dal vertice dell’area, prima di insaccarsi alle spalle dell’estremo difensore savonese, accarezzava l’incrocio dei pali.
Il Savona non demorde e al 73’ accorcia le distanze grazie a un colpo di testa di Boggian che, su calcio d’angolo battuto alla sinistra della porta di Palmieri, manda la palla ad insaccarsi nell’angolo più lontano. Al 78’ Caboni, con una conclusione dal limite dell’area, colloca la palla alla base del palo, nell’angolo basso alla destra di Prisco. Ma non finisce qui. Al 79’ il signor Marcenaro espelle per doppia ammonizione Ferrando e un minuto dopo è Monteleone a sfruttare al meglio un rimpallo in area e segnare la quinta rete la squadra di Giancarlo Riolfo, mettendo così il sigillo sul definitivo 5-2 per l’Unione Sanremo..
L’addetto stampa U.Sanremo
Romano Lupi