Un derby tra amici o quasi. Altro che campanilismo vecchia scuola. Tra Serra Riccò e San Cipriano, secondo match di Coppa Italia di Promozione in programma domani sera, l’ambiente è più che mai rilassato. Sembra davvero una partita tra vecchi amici, basta leggere i cognomi simili di due dirigenti storici: da un lato il direttore sportivo delle “aquile”, Marco Parodi, da 24 anni in sella ai gialloblù, dall’altro l’omonimo Gabriele Parodi, nella passata stagione ottimo uomo mercato biancazzurro, ora dirigente di lungo corso con ampi poteri.

Ecco l’intervista doppia!

Che cosa temete più del vostro avversario?
MP: Il San Cipriano ha una buona ossatura, in particolare nel mezzo, dove mister Rossetti può contare per me su due grandi giocatori come Zanforlin e Gazzano. Ma anche in avanti i nostri avversari fanno paura con un condor che conosciamo bene per essere stato con noi, Barbieri.
GP: La loro forza è avere un gruppo collaudato da anni, con un ottimo mix tra giovani ed esperti. Poi temo la loro capacità di gestire il vantaggio…se segnano sono molto bravi a non giocare e non farti giocare più.

Se potessi decidere un giocatore loro da non far scendere in campo…
MP: Dico, dopo averci pensato tanto, Zanforlin molto probabilmente…
GP: Non mi piace speculare sulle assenze altrui…certo che Lo Bascio è il pericolo numero uno…

Che cosa invidi agli “altri” a livello di società?
MP: Mah, a dire il vero nulla. Siamo due società molto simili, a pochi chilometri di distanza, prevale in entrambe la passione e un’ambiente sereno e familiare.
GP: Il loro settore giovanile..Osvaldo Arecco e Marco Parodi stanno facendo un ottimo lavoro.

Pronostico del derby?
MP: Finirà senza dubbio in pareggio, ma non mi piace affatto la formula della coppa Italia di Promozione che tanto non porta da nessuna parte. La manifestazione è vista come un ripiego, quasi alla pari di una amichevole e poi le compagini si affrontano poco dopo in campionato. Sarebbe stato meglio mischiare un po’ le compagini dei due gironi.
GP: L’anno scorso con loro non siamo stati molto fortunati…ho molta fiducia nei nostri ragazzi…dico solo che venderemo cara la pelle.