Con l’ultimo dei recuperi mandato in archivio ieri sera e con la vittoria per 5-0 dei padroni di casa del Campo Ligure sul Cep, la classifica di Terza Categoria assume finalmente i contorni di qualcosa di realistico, abbandonando quelli di un campo minato pieno di stelline e asterischi per l’infinità di gare da recuperare.

Nonostante qualche inciampo negli ultimi tempi, a comandare le operazioni sono sempre gli arenzanesi dell’Old Boys Renses, anche se Campo Ligure e Cep hanno ormai ricucito lo strappo iniziale e stanno dando vita ad una battaglia a tre che con tutta probabilità di terrà compagnia fino alla fine della stagione. O almeno fino a metà aprile, quando si affronteranno nello scontro diretto Campo Ligure e Old Boys. Due settimane prima, invece, gli Orange affronteranno il Cep.

Alle spalle del trio di testa, Montoggio e Crocefieschi tentano di rifarsi sotto, sfruttando magari qualche scivolone delle tre battistrada,anche se sembra davvero difficile pensare di poter rosicchiare punti a tutte e tre. Più facile invece pensare ad un piazzamento playoff, anche se mai come in questa stagione il carnet delle aspiranti è folto e ingarbugliato. Si va infatti dai 39 punti del Bavari ai 35 dello Sporting Ketzmaja, con 5 squadre divise appena da un punto l’una dall’altra.

Da qui in poi troviamo il primo significativo scalino di classifica, con la Valpolcevera che comanda il gruppone del lato destro della classifica con 26 punti all’attivo. Qui le posizioni si fanno giocoforza più sgranate e i gruppi si fanno più fluidi fino ad arrivare al fanalino di coda Voltrese B.

Insomma, sebbene il campionato di Terza Categoria sia partito con qualche difficoltà organizzativa di troppo, con un calendario reso noto solo a singhiozzo e con qualche malcelato mugugno per i necessari turni infrasettimanali, alla fine lo spettacolo non sta mancando e non mancherà, per un finale di stagione che si preannuncia ricco di emozioni e di battaglie sportive da non perdere.