La mezza punta Andrea Denaro, classe 1996, scuola Figenpa (allenatore Marco Nappi), è reduce da una stagione positiva, a metà, tra Rivasamba in Eccellenza nella prima parte, e Rivarolese Impero nel girone B di Promozione, dove ha ottenuto una fantastica promozione.

<Al Rivasamba mi trovavo molto bene e stavo giocando con regolarità in un campionato importante come l’Eccellenza, poi purtroppo le strade si sono divise, ma ho avuto la fortuna di firmare per una società storica e gloriosa come la Rivarolese, dove ho centrato la mia prima promozione in carriera. Questo è stato il mio più grande successo in carriera, una gioia grandissima. Il tutto grazie a dei compagni eccezionali che ho avuto alla Rivarolese, in particolare Sanna, Sighieri e Raiola, che forse mi hanno aiutato di più in questa meravigliosa avventura. All’inizio ho un po’ faticato a trovare spazio perchè la qualità in avanti è eccelsa, con Mura, Sighieri e Raiola. Mi sono tolto una soddisfazione enorme segnando due reti all’Albenga nella finalissima play off, al termine di un anno lungo. Il mio futuro? Spero di restare ancora a lungo a Rivarolo per riscattare l’inizio della stagione scorsa al Rivasamba, dove ho solo assaggiato l’Eccellenza tra Coppa Italia e le prime cinque partite di campionato. Ringrazio di cuore il direttore sportivo Lebole e mister Sorbello per avermi dato questa meravigliosa opportunità, e il mio grande amico Marco Lovecchio, che conoscevo da anni per via della comune esperienza alla Figenpa. L’Eccellenza? E’ un calcio molto veloce, con un tasso tecnico alto e giocatori di grande esperienza. Al Rivasamba ho avuto la fortuna di avere un grande compagno in attacco come Baudinelli, in Promozione conta tanto la fisicità. Credo che la Rivarolese possa fare molto bene anche in Eccellenza>.