Intervista al bomber, super confermato,del San Cipriano classe 1988, cresciuto nel Molassana.

Alla luce degli ultimi acquisti e conferme quali sono le potenzialità del San Cipriano per questa stagione?
“La potenzialità principale del Sanci è la società, composta da persone vere e per bene cosa che al giorno d’oggi nello sport è difficile trovare, dal punto di vista calcistico invece l’aver confermato quasi tutto il blocco della passata stagione sarà sicuramente un vantaggio per la prossima stagione”.

Il ritorno di Barbieri, vista la vostra intesa dimostrata 2 anni fa nel campionato vinto di Prima Categoria, può aiutarti a segnare molte più reti ?
“Sono felice del rientro di Ale, anche se l’anno scorso e’ sempre stato presente con noi quindi è come se non fosse mai andato via, la sua follia abbinata alle sue caratteristiche ci aiuteranno sicuramente a raggiungere il nostro obiettivo.
Due anni fa siamo stati la coppia d’attacco piu’ prolifica della 1°categoria ma sappiamo bene che la Promozione è un’altra cosa, sicuramente giocare con lui ed Omar Rizqaoui a fianco è tutto piu’ semplice anche se però chi prende le botte per loro sono io! “.
Che cosa manca al Sanci per ambire alle prime posizioni?
“Al Sanci l’anno scorso e’ mancata un po’ di fortuna, visto che nel girone di andata fra infortuni, squalifiche non abbiamo mai avuto l’11 titolare a disposizione cosa che poi è avvenuta nel girone di ritorno ed i risultati si sono visti, speriamo che la stagione nuova ci restituisca queste cose in modo da ambire a qualcosa in più”.
Una curiosità, oltre al calcio ti cimenti nel Beach Soccer e Footgolf, ci racconti queste due esperienze?
“Sì, sono due discipline nuove e molto coinvolgenti differenti fra loro, il Beach Soccer è davvero uno sport entusiasmante, 3 anni fa con Mattia Memoli e Francesco Maisano della Genova Calcio ci siamo inventati questa società la Genova Beach Soccer e siamo arrivati a partecipare al campionato professionistico nazionale Super 8, fiore all’occhiello del nostro progetto è il torneo regionale che ormai è giunto alla 3°edizione e vede la partecipazione di tanti protagonisti del calcio ligure oltre che ai ragazzi under 16/14 e 12, speriamo di continuare cosi’ e trovare sempre più aiuto dagli sponsor e dalle istituzioni, la nostra volontà è quella di creare una Academy per i più piccoli oltre che una struttura tutta nostra.
Il Footgolf invece è uno sport opposto dove la calma e la concentrazione sono le basi principali anche qui abbiamo creato una società la Genova Footgolf con a capo il grande Paolo Covotta ex mister delle giovanili dell’Athletic Club.
In tanti miei compagni sono venuti a provarlo e se ne sono subito innamorati, si gioca nei campi da Golf quindi in contesti unici con panorami mozzafiato dove bisogna rispettare delle regole severe che però al tempo stesso ti fanno apprezzare questo gioco dove bisogna mandare in buca con i piedi la palla da calcio”.