Una seconda opportunità a distanza di appena qualche mese. Lamberto Magrini torna sulla panchina della Massese, dopo le dimissioni di Cristiano Zanetti e dopo aver guidato i toscani nelle ultime 3 gare dello scorso campionato più le 2 di post season. In totale, per lui 4 vittorie e una sola sconfitta, che valsero alla Massese la vittoria dei playoff in finale contro il Savona, sebbene poi la squadra non si sia potuta iscrivere al campionato superiore per problemi di agibilità dello stadio.

Ieri, Magrini ha già diretto il suo primo allenamento con la squadra anche se non ha potuto rilasciar alcuna dichiarazione alla stampa visto che la società ha rinnovato il silenzio stampa. La stessa Massese ha però confermato, in una nota apparsa sul proprio sito ufficiale, che insieme a Cristiano Zanetti hanno rassegnato le proprie dimissioni anche l’allenatore in seconda Francesco Dell’Amico e il preparatore atletico Stefano Cappelli. La società non ha ancora reso noti i nomi dei loro sostituti ma, secondo fonti locali, si andrebbe verso una soluzione interna.

Adesso, per Magrini si apre un nuovo capitolo in bianconero. Si parte domenica in casa del Finale e l’obiettivo non può che essere quello di cominciare subito bene se davvero si vuol provare a ricucire lo strappo con la capolista Sanremese che, ad oggi, è di 9 punti. Il vero problema, in realtà, potrebbe essere soprattutto il numero di avversarie davanti in classifica, più che i punti di distanza. Attualmente infatti davanti ai bianconeri ci sono la bellezza di 5 compagini e sembra piuttosto difficile pensare che tutte, ma proprio tutte, possano tirare il freno a mano e rallentare la loro corsa, agevolando così il rientro della Massese. Ciò che fa ben sperare, comunque, è il rendimento della squadra sotto la guida di Magrini nello scorcio finale della  scorsa stagione.