Il calcio si ferma anche in Olanda. Il Primo Ministro dei Paesi Bassi Mark Rutte ha dichiarato la sospensione di tutti gli eventi sportivi e non fino al 1 settembre. “Contromisure rigide ma inevitabili”. Bocciate le partite a porte chiuse: si attende nelle prossime ore il comunicato della Eredivisie circa le possibili soluzioni per il termine del campionato.

L’Olanda non è certo il primo paese a prendere una decisione di questo tipo. Ma quello che più ci interessa è la classifica del campionato olandese, pressoché identica a quella del campionato italiano. Infatti, sia la lotta per il titolo che la rincorsa salvezza appaiono molto incerte, con Ajax, AZ e Feyenoord a giocarsi la vittoria esattamente come Juve, Lazio e Inter. In fondo alla classifica Waalwijk e ADH sembrano spacciate (come Brescia e Spal), mentre in entrambe i campionati 4/5 squadre si stavano giocando la permanenza nella massima serie.

 

La decisione del governo olandese stimola una riflessione a livello generale per quanto riguarda il campionato italiano. Se l’Olanda, paese in cui il contagio è molto inferiore rispetto al nostro paese, il Governo decide di sospendere qualsiasi evento sportivo, è realmente possibile terminare il campionato di Serie A senza rischi per la salute delle persone coinvolte?

Nel frattempo, la federcalcio olandese dovrà decidere se aspettare settembre per terminare i campionati, annullare il campionato o assegnarlo ai lancieri dell’Ajax. Con l’AZ Alkmaar che non la prenderebbe molto bene.

Seguici sui social! Troverai tanti sondaggi anche sui nostri portali! Siamo su Instagram (@dilettantissimo_official), Facebook (Dilettantissimo) Twitter (@Dilettantissimo), Telegram (@DilettantissimoTV), oltre al canale Youtube (Dilettantissimo) dove potrai trovare le puntate di Dilettantissimo, Dilettantissimo EXTRA, Serie B, gli highlights, le interviste e tutti i nostri contenuti multimediali!

TORNA ALLA HOME