Da quest’oggi proponiamo una nuova rubrica che si chiamerà “UOMO MERCATO” dedicato a quei giocatori che non hanno ancora trovato una sistemazione nonostante le loro indubbie qualità

ROBERTO BELLORO portiere classe 1995, fresco vincitore del campionato di prima categoria  con i BOGLIASCO  in passato ha vestito le maglie di Little Club e Baiardo, quest’ultima è la squadra in cui è cresciuto calcisticamente e con la quale ha vinto il campionato di promozione 2015/2016.

Doti principali di BELLORO sono la reattività e l’esplosività racchiusi nei suoi 182 cm di altezza, caratteristiche che gli hanno permesso di parare 5 rigori su 6 calciati contro nell’ultimo campionato, ma anche Little Club in promozione ( 2 rigori parati) e al Baiardo, con cui vinse il campionato. Questa particolare  qualità lo porta ad avere il soprannome di “PARARIGORI”.

BELLORO in questo momento è senza squadra. Duro il ruolo del portiere, ma ne gioca uno solo e sopratutto, è il ruolo più penalizzato dalla normativa dei fuoriquota, molte squadre preferiscono schierare il portiere giovane per evitare di doverlo utilizzare nel reparto nevralgico del campo. Solitamente il portiere NON fuoriquota lo sceglie la squadra che vorrebbe vincere il campionato.

Tornando a BELLORO abbiamo chiesto a “ROBIN” quali sono le sue aspettative:
“ Dopo il campionato dello scarso anno speravo di trovare una squadra senza troppa difficoltà. E in effetti praticamente era già tutto fatto, ma alla fine è successo quello che non puoi ponderare e … Comunque mi piacerebbe giocare in una squadra di Promozione o di Eccellenza, ma anche una prima categoria di alto livello non mi dispiacerebbe, un po’ come nello scorso anno con il Bogliasco.“

Chiediamo allora quale sia stato l’imprevisto:
“Io sono un giocatore del BAIARDO, la mia società aveva praticamente definito il passaggio con il MOLASSANA che liberava GIANROSSI poi è saltato tutto e quindi sono tornato alla base. Nel frattempo il Bogliasco sta valutando un altro profilo e il Baiardo si è affidato a un altro portiere con più esperienza, morale ora sono alla ricerca di una squadra.”