Ieri pomeriggio presso il Chittolina di Vado si è tenuta una riunione straordinaria tra i dirigenti rossoblù per la crisi di risultati in cui è piombata la squadra. Stamane abbiamo raggiunto telefonicamente il presidente TARABOTTO che ci ha detto:

“Il VADO ha deciso di chiudere il rapporto con alcuni giocatori per la precisione 4. Non dirò i nomi perchè prima saranno contattati dal mio direttore sportivo, Walter Battiston ,che parlerà con loro, dopodichè sarà lui a contattarvi e comunicare il tutto”

Queste le prime parole del presidente Franco Tarabotto che prosegue dicendo:
“E’ una decisione che avrei già dovuto prendere a dicembre, ma in cuor mio speravo che qualcosa potesse cambiare, non lo nego sono nuovo e ancora acerbo per questo ambiente, ma sono bravo a recepire rapidamente e trarrò degli insegnamenti importanti da questa esperienza. Nel mio lavoro ho raggiunto ottimi obiettivi, qui devo solo capire le dinamiche.”

Il presidente dopo un attimo di pausa prosegue il discorso:
“Sono entrato al Vado di mia spontanea volontà dove c’era una situazione economica problematica che stiamo finendo di risanare e quindi mi prendo le responsabilità nel bene e nel male di quello che succede, ma vorrei che qualcuno mi spiegasse perchè in una società che adesso è sana, che ha una struttura eccezionale, un settore giovanile importante, degli sponsor ambiziosi e di spessore, che non ha debiti con fornitori e ai giocatori, entro il 10 del mese, corrisponde il rimborso del mese precedente, perchè succedono certe cose. In una industria con queste premesse tutto funzionerebbe alla perfezione nel calcio no perchè ci sono delle dinamiche che mi sfuggono, ma non sono obbligato a subire certe cose da persone che pago.”

Il discorso scivola sugli obiettivi immediati e futuri:
“Siamo a 3 punti dalla seconda e a 13 dai play out la salvezza dovremmo raggiungerla, ma penso che i giocatori che sono rimasti possono ancora lottare per il secondo posto e mi auguro, per loro, che traggano il giusto insegnamento da questa decisione. Non torneremo sul mercato cercando degli svincolati, ma proseguiremo con i nostri ragazzi e se dovesse esserci qualche infortunio di troppo attingeremo dalla nostra Juniores. Il salto di categoria lo cercavamo e innegabile, il nostro sponsor è ambizioso e ci aveva chiesto di raggiungere questo obiettivo. Nel futuro vorrei portare il Vado in una situazione economica buona che ci permetta di avere crediti in giro e di avere una buona riserva economica, tornando al presente dobbiamo tornare a fare punti sin da domenica prossima.”

La Sammargheritese sarà il prossimo impegno per il Vado. Gli arancioni sono nel loro momento migliore di forma, la peggior squadra da incontrare in questo momento per Tarabotto e Co., ma il presidente non è più disposto a dare altri crediti e ad accettare altri alibi sarà sicuramente la gara più interessante della 20^ giornata del campionato di Eccellenza.

Da parte nostra ci auguriamo che persone del calibro di Franco Tarabotto non si disamorino del calcio dilettantistico che ha bisogno di soggetti come lui che investano in strutture e abbiano a cuore il proseguo di questo mondo particolare, ma al tempo stesso affascinante.