Dalla freschezza e la gioventù delle leve 2005… alle pancette e i capelli bianchi delle Vecchie Glorie. Scherzi a parte, grande spettacolo ieri per la festa dei 50 anni dell’Athletic Albaro al “Sanguineti” di Quarto. Una festa che, a dirla tutta, è cominciata sabato con le prime gare del Torneo del Cinquantenario.  

Dodici squadre della Leva 2005 a darsi battaglia per due giorni, prima con i gironi di qualificazione e poi con la fase finale. A spuntarla è stato il Genoa che, nella partita decisiva, ha battuto Lombardia Uno, relegando così i padroni di casa dell’Athletic Club al secondo posto, proprio davanti alla formazione lombarda. Alle loro spalle, appena giù dal podio, le due ospiti straniere: i serbi della Stella Rossa Belgrado e gli spagnoli del Colegio Heidelberg Las Palmas di Gran Canaria. A seguire, in ordine di piazzamento, Virtus Entella, Molassana, Athletic Rossi, Baiardo, Ligorna, Savona e Sestrese.

Tre, anzi quattro, i premi individuali assegnati: quello per il capocannoniere, infatti, è stato doppio visto che a laurearsi top scorer del torneo sono stati i due rossoblù Fini Sejdou e Vianson Ives. Il titolo di miglior portiere del torneo è invece andato a Riccardo Amato del Lombardia Uno e quello di miglior giocatore a Jovan Mijatovic della Stella Rossa.

E dopo i giovani, ecco… i vecchietti. A scendere in campo infatti sono state le Vecchie Glorie dell’Athletic Albaro, tanti amici che in anni più o meno recenti hanno vestito la maglia di queste due gloriose società, legando in maniera indissolubile alcuni dei ricordi più belli della loro gioventù a questa maglia. Qualcuno è stato fermato dal mal di schiena, qualcuno ha lottato contro doloretti vari, qualcun’altro contro la classica pancetta o il fiato inesorabilmente corto ma tutti, proprio tutti, hanno voluto esserci per augurare altri 50 o 100 anni di successi ai colori neroverdi.

E il premio per questa bella ma stancante rimpatriata, non poteva che essere un grande rinfresco, al quale tutti hanno preso parte mangiando, bevendo e (ovviamente!) ricordando con un sorriso e qualche lacrimuccia i tempi in cui vestivano insieme quella maglia, sciorinando formazioni a dir poco vintage, con nomi, cognomi, presenze e soprattutto reti segnate, degne del miglior almanacco. Insomma, il fisico comincerà pure a fare i capricci, ma la memoria, l’entusiasmo e la voglia di divertirsi sono ancora quelli di quando si scendeva in campo. 

Clicca qui per vedere le foto del Torneo della Leva 2005 sulla nostra pagina Facebook

Clicca qui per vedere le foto dell’amichevole fra le Vecchi Glorie sulla nostra pagina Facebook