Adesso la palla passa al Giudice Sportivo che dovrà stabilire, in via definitiva, se Voltri 87-Prato 2013 è stata o meno viziata da un errore tecnico del direttore di gara. La gara, terminata con il risultato di 1-1, aveva infatti lasciato molto amaro in bocca in casa Prato. Al gol del vantaggio ospite siglato su rigore da Tabiolati, aveva infatti risposto immediatamente Rizza per il gol del pareggio. Le proteste del Prato però nascerebbero dal fatto che, dopo l’1-0, l’arbitro avrebbe fatto riprendere immediatamente il gioco, quando ancora i giocatori e la panchina ospite stavano festeggiando. In campo, protestano quelli del Prato, ci sarebbero stati ancora un paio di componenti della panchina, intenti a festeggiare con i compagni per il gol segnato.

Da qui il ricorso presentato nei giorni scorsi dal Prato. Il gol del nuovo pareggio del Voltri, sempre secondo i dirigenti del Prato, sarebbe stato segnato con i giocatori ancora intenti a festeggiare e con diversi componenti della squadra ancora nella metà campo avversaria. Una ripresa del gioco, insomma, troppo precipitosa e (se il Giudice Sportivo appurerà che è stato davvero così) anche del tutto irregolare.

Il ricordo del Prato si baserebbe quindi proprio sulla possibilità che la partita sia stata viziata da un evidente errore tecnico da parte dell’arbitro e quindi andrebbe ripetuta. In settimana, quindi, ci sarà da attendere la decisione definitiva.