F.A.Q. CORONAVIRUS: Cosa è possibile fare? Cosa bisogna evitare? Ecco le domande più frequenti! Pubblichiamo alcuni quesiti che possono chiarire alcuni passaggi del DPCM dell’8 marzo 2020 contenente misure mirate al contenimento dell’epidemia da CORONAVIRUS.

1⃣ Posso uscire di casa per una passeggiata?
SI, MA NON IN LUOGHI AFFOLLATI E SOLO SE NON SI CREA ASSEMBRAMENTO E COMUNQUE TENENDO LE DISTANZE DI ALMENO 1 METRO TRA LE PERSONE, EVITANDO COMUNQUE LA FORMAZIONE DI GRUPPI.

2⃣ Posso andare a fare la spesa in un altro Comune?
LA SPESA DEVE ESSERE EFFETTUATA IN PROSSIMITA’ DELLA RESIDENZA/DOMICILIO QUINDI PRIORITARIAMENTE NEL PROPRIO COMUNE.

3⃣ I ragazzi/bambini/famiglie possono andare al parco?
SI, PURCHÉ I LUOGHI NON SIANO AFFOLLATI E NON SI CREI ASSEMBRAMENTO E COMUNQUE SEMPRE TENENDO LE DISTANZE DI ALMENO 1 METRO TRA LE PERSONE.

4⃣ Posso andare a casa di amici per cena o durante la giornata per motivi diversi da quelli consentiti dal DPCM?
NO, GLI SPOSTAMENTI SONO CONSENTITI SOLO PER MOTIVATE ESIGENZE LAVORATIVE O SITUAZIONI DI NECESSITA’ (es. spesa alimentare) O PER MOTIVI DI SALUTE SECONDO DPCM.

5⃣ Sono un nonno/nonna che deve andare all’interno del Comune o in altro Comune a tenere i nipoti perché i miei figli vanno a lavorare, posso andare?
SI, SPOSTAMENTO CONSENTITO PER NECESSITA’.

6⃣ Sono un genitore separato, posso andare a prendere mio figlio a casa dell’altro genitore?
SI, SPOSTAMENTO CONSENTITO PER NECESSITA’.

7⃣ Sono un lavoratore dipendente, posso recarmi sul posto di lavoro?
SI, LO SPOSTAMENTO PER MOTIVI DI LAVORO É CONSENTITO.

8⃣ Sono un artigiano/libero professionista/lavoratore autonomo, posso spostarmi per lavoro?
SI, SPOSTAMENTO CONSENTITO PER ESIGENZE LAVORATIVE – PORTARSI DIETRO AUTOCERTIFICAZIONE/DOCUMENTAZIONE CHE COMPROVI LA NECESSITA’ DELLO SPOSTAMENTO.

9⃣ Sono un libero professionista, posso spostarmi liberamente?
NO, SOLO SE PER COMPROVATE ESIGENZE LAVORATIVE DIMOSTRABILI.

🔟 Ho i genitori anziani da accudire posso recarmi a casa loro?
SI, SPOSTAMENTO CONSENTITO PER NECESSITA’.

In Lombardia, regione in cui sono state attuate già attuate le misure restrittive e in attesa di chiarimenti ufficiali dal Governo, dopo la conferenza dell’Assessore Regionale Gallera, ecco alcune risposte alle tante domande che circolano. Cosa è possibile fare?

1️⃣1️⃣Posso spostarmi per lavoro?
Anche in un altro comune?
Sì, per lavoro è consentito, ma i datori di lavoro sono invitati a mettere in ferie le persone e a limitare l’attività a ciò che non è rimandabile.
Sui luoghi di lavoro vanno prese tutte le precauzioni per evitare la diffusione del contagio.

1️⃣2️⃣ BAR e Ristoranti possono rimanere aperti?
Si, con le persone sempre sedute e chiusura totale dalle ore 18 alle ore 6

1️⃣3️⃣ PIZZERIE d’asporto possono aprire dopo le 18?
Si, aperte, contingentando gli ingressi.
Non ci si ferma a mangiare ne a bere.

1️⃣4️⃣ ESTETISTE, PARRUCCHIERI, DENTISTI possono aprire?
Siamo in attesa di una risposta a livello territoriale, perché si tratta di attività che evidentemente non possono mantenere una distanza di un metro fra la persona e l’operatore, ma SIAMO IN ATTESA DI CHIARIMENTI .

1️⃣5️⃣ Posso andare a mangiare dai parenti?
Se sono anziani, evitate.
Non è uno spostamento necessario.
La logica è di STARE IL PIÙ POSSIBILE NELLA PROPRIA CASA, per evitare che il possibile contagio si DIFFONDA.
Nessuno di noi oggi è IMMUNE!
Non fate i supereroi, ognuno di noi è un possibile veicolo del Virus.

1️⃣6️⃣ Posso uscire a fare una passeggiata con i bambini?
Sì, preferibilmente in campagna, in posti dove non c’è assembramento e mantenendo sempre le distanze.
Non è vietato uscire, ma è da evitare il radunarsi in gruppetti (non familiari, cioè non di persone che vivono già nella stessa abitazione) tutti insieme.

1️⃣7️⃣ Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti?
Questa è una condizione di necessità. Ricordate però che sono le persone più a rischio, quindi cercate di proteggerle il più possibile.

1️⃣8️⃣ Posso andare a fare la spesa in paese?Sì, è possibile, ma i TUTTI I COMMERCIANTI da oggi sono tenuti a stabilire un NUMERO MASSIMO DI PERSONE che può stare all’interno del NEGOZIO (sulla base della superficie).
Gli altri devono passare in un secondo momento o aspettare fuori, mantenendo la distanza di un metro gli uni dagli altri.

1️⃣9️⃣ I corrieri merci possono circolare?
Si, possono circolare.

Cosa è possibile fare? IN LOMBARDIA Questa è l’attuale interpretazione, dove attendono dal governo i chiarimenti ufficiali.

In sintesi ecco quali sono i PROVVEDIMENTI RELATIVI AL CORONAVIRUS
_Fonte: Conferenza Stampa Palazzo Chigi_
Provvedimenti (9/3/2020)

1.Estensione Zona Rossa su intero territorio nazionale;

2. Limitazione spostamenti su territorio nazionale salvo eccezioni già ad ora previste (comprovate esigenze lavorative, motivazioni legate alla Salute.).
Sempre valida “l’autocertificazione”.

3. Divieto assembramenti in pubblico e locali pubblici;

4.Sospensione manifestazioni sportive (Campionati di Calcio).

5. Chiusura Palestre.

6. Entrata in vigore da domani mattina.

7. Trasporti pubblici locali non limitati.

8. Sospensione attività didattiche (di ogni ordine e grado) ed universitarie fino al 3 Aprile.

9. Collegamenti con Estero sempre garantiti.

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELL’INTERNO LUCIANA

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha adottato la direttiva ai Prefetti per l’attuazione dei controlli nelle “aree a contenimento rafforzato”. La direttiva prevede:

1) La convocazione immediata, anche da remoto, dei Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica, per l’assunzione delle necessarie misure di coordinamento.

2) Indicazioni specifiche per i controlli relativi alla limitazione degli spostamenti delle persone fisiche in entrata e in uscita e all’interno dei territori “a contenimento rafforzato”:

a) gli spostamenti potranno avvenire solo se motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute da attestare mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia. Un divieto assoluto, che non ammette eccezioni, è previsto per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus.

b) I controlli sul rispetto delle limitazioni della mobilità avverranno lungo le linee di comunicazione e le grandi infrastrutture del sistema dei trasporti. Per quanto riguarda la rete autostradale e la viabilità principale, la polizia stradale procederà ad effettuare i controlli acquisendo le prescritte autodichiarazioni. Analoghi servizi saranno svolti lungo la viabilità ordinaria anche dall’Arma dei carabinieri e dalle polizie municipali.

c) Per quanto concerne il trasporto ferroviario, la Polizia ferroviaria curerà, con la collaborazione del personale delle ferrovie dello Stato, delle autorità sanitarie e della Protezione civile, la canalizzazione dei passeggeri in entrata e in uscita dalle stazioni al fine di consentire le verifiche speditive sullo stato di salute dei viaggiatori anche attraverso apparecchi “termoscan”. Inoltre saranno attuati controlli sui viaggiatori acquisendo le autodichiarazioni.

d) Negli aeroporti delle aree dei territori “a contenimento rafforzato”, i passeggeri in partenza saranno sottoposti al controllo, oltre che del possesso del titolo di viaggio, anche della prescritta autocertificazione. Analoghi controlli verranno effettuati nei voli in arrivo nelle predette aree. Restano esclusi i passeggeri in transito.

e) Per i voli Schengen ed extra Schengen in partenza, le autocertificazioni saranno richieste unicamente per i residenti o domiciliati nei territori soggetti a limitazioni. Nei voli Schengen ed extra Schengen in arrivo, i passeggeri dovranno motivare lo scopo del viaggio all’atto dell’ingresso.

f) Analoghe controlli verranno adottati a Venezia per i passeggeri delle navi di crociera che non potranno sbarcare per visitare la città ma potranno transitare unicamente per rientrare nei luoghi di residenza o nei paesi di provenienza.

3) La veridicità dell’autodichiarazione potrà essere verificata anche con successivi controlli.

4) La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella prevista in via generale dall’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento di un’autorità: pena prevista arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino 206 euro) salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave quale quella prevista dall’articolo 452 del Codice penale (delitti colposi contro la salute pubblica che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica)

Ciao 5) Viene richiamata l’attribuzione del prefetto al monitoraggio dell’attuazione delle misure previste in capo alle varie amministrazioni. Per quanto concerne le prescrizioni finalizzate a uniformare gli interventi per contrastare l’epidemia sul resto del territorio nazionale.

DOCUMENTO UFFICIALE USCITO DALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
IN DATA 9 Marzo 2019
MODULO PER GLI SPOSTAMENTI

F.A.Q. CORONAVIRUS: Cosa è possibile fare? Cosa bisogna evitare? Ecco le domande più frequenti! Pubblichiamo alcuni quesiti che possono chiarire alcuni passaggi del DPCM dell’8 marzo 2020 contenente misure mirate al contenimento dell’epidemia da CORONAVIRUS.

CLICCA QUI per l’ultimo decreto ministeriale
CLICCA QUI per il sondaggio sul calcio dilettantistico creato dalla redazione di Dilettantissimo.

Seguici sui social! Troverai tanti sondaggi anche sui nostri portali! Siamo su Instagram (@dilettantissimo_official), Facebook (Dilettantissimo) Twitter (@Dilettantissimo), oltre al canale Youtube (Dilettantissimo) dove potrai trovare le puntate di Dilettantissimo, Dilettantissimo EXTRA, Serie B, gli highlights, le interviste e tutti i nostri contenuti multimediali!