I numeri nel caso di una possibile ripresa dei campionati in Serie D.

La situazione del mondo intero, non solo dell’Italia, è critica ed è ormai nota a tutti. La priorità naturalmente rimane la situazione sanitaria. La salute vien prima di tutto, poi il ritorno sui campi di calcio verrà conseguentemente, per la gioia di tutti gli appassionati. Cosa possa accadere dunque per il futuro dei campionati dilettantistici, ad oggi, è solo congettura.

 
SERIE D

Questa mattina sulle pagine del Corriere dello Sport è apparso un interessante articolo che, presupponendo di riuscire a portare a termine la stagione, conterebbe quante sono le partite mancanti per far sì che si concludano i campionati di Serie D: 745.

Restano da stabilire ancora nove promozioni in Serie C e trentasei retrocessioni (per ogni girone, due dirette e due attraverso i play out). Senza contare che esistono anche i play off, determinanti per stilare una graduatoria per gli eventuali ripescaggi in Lega Pro. Insomma: quando, e se, si riprenderà, servirà davvero un tour de force.

Secondo il programma nazionale uscito a inizio stagione, inoltre, oggi si sarebbe dovuta disputare la finale di Coppa Italia Serie D: programma che in realtà era già stato cambiato. Al momento infatti solo il Fasano aveva ottenuto l’accesso alla finale, ancora da stabilire l’avversaria, una tra Sanremese e Folgore Caratese: il ricorso della società di Michele Criscitiello (vinto, 3-0 a tavolino per i lombardi) ha infatti posticipato ulteriormente l’incontro di ritorno, che non si è ancora disputato. 

 

CALCIO DILETTANTISTICO

Sempre sulla testata nazionale appaiono le parole di Cosimo Sibilia, Presidente della LND che commentano l’annuncio dei 400 milioni in favore del calcio dilettantistico : “Apprezzo vivamente le intenzioni del ministro Vincenzo Spadafora. Il nostro calcio ha bisogno di aiuto proprio perché è la fotografia dell’Italia. Dietro ad ogni nostro club ci sono imprese di tutte le dimensioni, ma anche artigiani e commercianti. Un Paese che lavora e che allo stesso tempo contribuisce al benessere sportivo, fisico, sociale e culturale delle nostre comunità“.

Il Corriere fa un calcolo: dalla Serie D alla Terza Categoria, passando per i campionati femminili e le scuole calcio giovanili, si conta il 98% dei tesserati nel mondo del calcio italiano giocato. Le società dilettantistiche svolgono sì, una funzione sportiva, ma anche quella “di aggregazione e integrazione sociale”. 

 

ripresa dei campionati

SERIE D: IL TOUR DE FORCE ALL’EVENTUALE RIPRESA DEI CAMPIONATI

Seguici sui social! Troverai tanti sondaggi anche sui nostri portali! Siamo su Instagram (@dilettantissimo_official), Facebook (Dilettantissimo) Twitter (@Dilettantissimo), oltre al canale Youtube (Dilettantissimo) dove potrai trovare le puntate di Dilettantissimo, Dilettantissimo EXTRA, Serie B, gli highlights, le interviste e tutti i nostri contenuti multimediali!

Iscriviti al nuovo canale Telegram di Dilettantissimo (@DilettantissimoTV)!

CLICCA QUI per tornare alla HOME di Dilettantissimo.