Fulvio Navone si è già perfettamente calato nella parte di supervisore delle Rappresentative. Di fatto, l’ex giocatore di Catanzaro, Livorno e Foggia, sarà il referente tecnico del Comitato, non avrà infatti solo il compito di coordinare il lavoro dei vari selezionatori (Tonelli per la Juniores, Laganà per gli Allievi e Rusca per i Giovanissimi), ma sarà anche un consulente prezioso per cercare di organizzare la prossima stagione (sia il campionato che la Coppa Italia) venendo il più possibile incontro alle esigenze delle società.

Navone, dunque, sta operando a 360 gradi. Incontrerà tutti gli allenatori, non solo per scambiarsi le impressioni sui giocatori che sono in orbita Rappresentativa, ma anche per avere suggerimenti e indicazioni su come strutturare la prossima stagione. Non è escluso che l’inizio della Coppa Italia slitti di una settimana in modo da evitare alle squadre di iniziare la preparazione ai primi di agosto. Ed anche che la leva 97, per quanto riguarda Eccellenza e Promozione, abbia la possibilità di godere di ancora un anno da fuori quota ed evitare così un taglio traumatico e massiccio di tanti ragazzi. In questo la prossima stagione i “fuori quota” sarebbe un 97, un 98 e un 99 in Eccellenza e Promozione.

Al momento, però, si tratta solo di proposte da vagliare per l’appunto con allenatori e dirigenti.