“Mi ritorni in mente” oggi è dedicato a Mario Ponti, grandissimo personaggio che ho avuto la fortuna di conoscere sui campi di calcio da ragazzini (un fenomeno) e poi avendolo avuto come opinionista in una trasmissione che andava in onda su Primocanale. Si chiamava “A TUTTO CALCIO”, era una trasmissione in diretta che dava gli aggiornamenti in tempo reale di tutte le partite: dai dilettanti, partendo dalla Promozione, al campionato di Serie A.

“Chi se non Mario Ponti poteva essere all’altezza di svolgere quel ruolo” pensai subito.


Ebbi ragione.
Mario non solo fu all’altezza del compito, ma andò oltre. Bucava lo schermo con i suoi concetti e le sue teorie che si sono sempre rivelate profezie giuste.
Mario sostiene che la fortuna e la sfortuna nel calcio non esistano.
Può anche darsi che sia così per la maggior parte delle persone che gravitano in quel mondo, ma non per lui. Almeno questo è il mio pensiero.
Come tutti, da ragazzo, per lui il calcio è stato un divertimento che con il passare del tempo si è trasformato in ambizione per poter diventare giocatore professionista. Lui aveva le caratteristiche per diventarlo.
Tutti coloro che lo videro giocare ebbero lo stesso pensiero:
“Questo arriva in una squadra di alta Serie A”
Purtroppo gli infortuni hanno condizionato la sua carriera, insieme ad alcune “coincidenze” che si sono accanite contro di lui.


A 17 anni esordisce in Serie A con la maglia del Genoa poi una serie di infortuni gravi fino alla “coincidenza”…

…come la chiama lui, della sala operatoria del 1985, il giorno della famosa nevicata a Genova mentre era in corso l’operazione di ricostruzione del legamento del suo ginocchio.
In quegli anni non era un intervento banale. A rischio c’era anche “Il suo Sogno”, la carriera da professionista che era a portata di mano e poteva sbocciare.
Ma gli “imprevisti”, come li chiama lui, sono sempre dietro l’angolo e durante l’intervento la neve caduta copiosa su Genova provoca un Black Out, mentre Mario ha il ginocchio aperto e i medici stanno svolgendo il delicato intervento che aimé pregiudicherà la sua carriera per sempre, a causa di “quell’imprevisto”.

Mario comunque riesce a togliersi diverse soddisfazioni e procede giocando in categorie nobili con: Carbonia, Omegna, Casale Mondovì, ma è evidente a tutti che la sua carriera dovesse essere ben diversa.
Dice:
“Devo molto al calcio che è riuscito ad arricchirmi come persona permettendomi di conoscere tanti amici. Ho sicuramente anche dei nemici, alcuni me li sono creati per la mia correttezza mettendoci la faccia.”

Anche da allenatore Mario poteva fare di più, ma altre coincidenze hanno voluto percorsi diversi.

Ma nonostante ciò rimane sempre una persona ottimista e vede sempre il bicchiere mezzo pieno:
“Essere stimato da coloro che non facevo giocare avendo la loro totale fiducia di tutti è stata la cosa che ho apprezzato di più.”

Mario Ponti è un Gasperianiano convinto da tempi non sospetti. Ha da sempre sostenuto che fosse in grado di ottennere il 110% da ogni giocatore.
Pensa che Juric sia sottovalutato e non gli sia stato dato il tempo di poter dimostrare il suo reale valore a Genova. Ritiene De Zerbi un predestinato, mentre di Mister Nicola dice che sappia abbinare doti motivazionali al rigore tattico. Tra i big ha grande considerazione per Allegri che criticato da tutti per il suo gioco è riuscito ad ottenere risultati inavvicinabili per molti così come Carletto Ancelotti.
Mario valuta la bravura degli allenatori “dai risultati ottenuti abbinati a quello che dicono i giocatori che non sono titolari. Lì esce il valore e lo spessore del grande allenatore”

Perché penso che Mario sia una grande persona?
Perché ha saputo accettare le “coincidenze” della vita in maniera positiva senza mai piangersi addosso e ripartendo sempre e comunque più forte di prima arricchito di un bagaglio che molti avrebbero colpevolizzato come la causa di un futuro migliore.

Claudio Bianchi

Guarda la puntata di Dilettantissimo con Mario Ponti ospite in studio:

 
 
E ALLORA, ESEGUICI SUI SOCIAL! TROVERAI TANTI SONDAGGI ANCHE SUI NOSTRI PORTALI! SIAMO SU INSTAGRAM (@DILETTANTISSIMO_OFFICIAL), FACEBOOK (DILETTANTISSIMO) TWITTER (@DILETTANTISSIMO), INFATTI OLTRE AL CANALE YOUTUBE (DILETTANTISSIMO) DOVE POTRAI TROVARE LE PUNTATE DI DILETTANTISSIMO, DILETTANTISSIMO EXTRA, SERIE B, GLI HIGHLIGHTS, LE INTERVISTE E TUTTI I NOSTRI CONTENUTI MULTIMEDIALI!
ISCRIVITI ALLORA AL NUOVO CANALE TELEGRAM DI DILETTANTISSIMO (@
DILETTANTISSIMOTV)!
CLICCA QUI PER TORNARE INVECE ALLA HOME DI DILETTANTISSIMO.