Doppio incrocio nel giro di tre giorni per Serra Riccò e Forza e Coraggio. Le due formazioni infatti si sfideranno stasera (a Sori alle 21.00) per la seconda semifinale di Coppa Italia e poi si ritroveranno domenica a Portovenere per la nona giornata di campionato. Centottanta minuti da vivere fino in fondo.

«E’ un vero peccato doversi incontrare due volte nel giro di così pochi giorni – afferma il diesse del Serra Marco Parodi – perché una partita importante come una semifinale di Coppa meriterebbe una collocazione più importante. Invece, a noi mancherà qualche giocatore importante per motivi di lavoro, come ad esempio capitan Ronco. In più, il fatto stesso che ci rivedremo in campionato fra tre giorni, ci spinge verso una maggior prudenza tattica. Senza contare che se qualcuno si dovesse infortunare sarebbe davvero un guaio».

«Detto questo – prosegue Parodi – è ovvio che giocheremo al meglio delle nostre possibilità per cercare di centrare quella che sarebbe per noi la prima finale, parlando di prima squadra. E sarebbe motivo di grandissimo orgoglio. Loro sono una squadra che conosco abbastanza bene, sono forti anche se al momento stanno soffrendo un po’ per un’amalgama che ancora non è arrivata al cento per cento. Di certo, vanno presi con le molle. In coppa così come in campionato».