La rassegna stampa a cura di Dilettantissimo – Dilettanti: ipotesi di ripartenza e blocco degli under.

Calcio Dilettanti – Sibilia ipotizza la data di inizio della prossima stagione

Sport Legnano ha raccolto le dichiarazioni di Cosimo Sibilia all’emittente radiofonica napoletana Radio Marte, con cui avrebbe ipotizzato la ripresa dei campionati dilettantistici per la stagione 2020/21: «Il prossimo torneo prenderebbe il via tra fine settembre ed inizio ottobre ma è solo un’ipotesi», ha spiegato Sibilia. (Sport Legnano)

Dilettanti e fuori quota, non ci sarà lo scatto in avanti

Per la stagione 2020/2021, i fuoriquota non “scatteranno avanti” di un anno: dunque, il blocco degli under. Queste le parole di Cosimo Sibilia a Sportinoro: «Saranno confermati gli under che le società hanno utilizzato in questa stagione. Di conseguenza, non ci sarà lo scatto in avanti di un anno. E’ la proposta che abbiamo portato in Consiglio Federale […] Quindi molto probabilmente la Serie D della stagione 2020-2021 terrà l’obbligatorietà di un calciatore nato nel 1999, due 2000 ed un classe 2001 in campo». Lo stesso blocco degli under potrebbe essere adottato anche dall’Eccellenza in giù: ma nulla è scontato in questo periodo di cambiamenti (La Voce Apuana)

Serie A – Vertice con Spadafora: si aspettano date e orari della ripresa

Alle 18:30 sarà il momento in cui Vincenzo Spadafora aprirà la conference call con tutte le componenti del mondo del calcio, al ministero dello Sport dovrebbero essere già arrivate le indicazioni del Comitato Tecnico-Scientifico. Il nuovo protocollo per la ripresa del campionato riprende in pieno quello degli allenamenti. Si è già discusso, nella giornata di ieri, del problema della proroga dei contratti: i calciatori dovranno rimanere nelle loro squadre attuali fino alla fine della stagione (31 agosto) senza fare ritorno alla base. Damiano Tommasi, al Mattino: «I calciatori non sono dei robot, ci sono delle preoccupazioni. Una criticità è la partita alle 16:30 che a giugno e luglio in Italia non è pensabile». La Lega sta cercando di ovviare a questa criticità, proponendo orari di inizio delle partite differenti: 17:15; 19:30 e 21:45. Soluzioni su cui il sindacato dei giocatori riaprirà la discussione.

Ma come e quando si ricomincerà? Alcuni club spingono per ripartire con i recuperi della 25esima giornata. Altri, per il turno completo della 27esima. Un’altra possibilità è quella di ricominciare con le semifinali di Coppa Italia: Napoli-Inter e Juve-Milan. Per le date, si parla di un ballottaggio tra 13 e 20 giugno. Gravina: «Solo l’immediato ritorno in campo consentirà al calcio italiano di attutire il crollo dei ricavi sul breve periodo, stimabili altrimenti in oltre 700 milioni, più di 500 generati dal blocco imposto dal Covid-19. Occorre difendere 100 mila lavoratori, un milione e mezzo di tesserati e 4,7 miliardi di fatturato. Il compito della Figc è fare di tutto, sempre nel rispetto della salute di ogni protagonista, per rimettere in moto il sistema. Anche per impedire che la crisi economica comprometta, stavolta irreparabilmente, la passione degli italiani verso questo gioco». (Alessandra Gozzini e Valerio Piccioni, Gazzetta dello Sport, pag. 3)

Il giorno decisivo

La videoconferenza di oggi è fissata, come abbiamo detto, alle 18:30, perchè Spadafora ha in precedenza un appuntamento legato al governo. Per il mondo del calcio, saranno presenti il presidente della Figc Gravina, quello della Lega Dal Pino, quello della B Balata, quello della C Ghirelli e quello dei dilettanti Sibilia, oltre ai numeri uno dell’Aic Tommasi, degli allenatori Ulivieri e degli arbitri Nicchi. Non è prevista la presenza del premier Conte né di alcun altro ministro. La risposta, dovrebbe essere comunicata in serata: come? Lo capiremo nelle prossime ore, se su Facebook, in tv, o tramite un comunicato. (Andrea Ramazzotti, Corriere dello Sport, pag. 2)

 

Calcio Femminile – Donne a Euro 2022, ecco come si riparte

La Uefa ha ufficializzato le date degli incontri che completano il calendario delle qualificazioni alla fase finale di Euro 2022 (Inghilterra). Incontri rinviati causa coronavirus, ai quali le azzurre di Milena Bertolini si presenteranno nelle vesti di leader – a punteggio pieno – del gruppo B grazie alle 6 vittorie in 6 partite disputate contro Israele, Bosnia Erzegovina, Georgia e Malta (incontrate nel doppio turno). La data è il 17 settembre, quando la Nazionale dovrà ospitare Israele e affrontare in trasferta la Bosnia Erzegovina. Le azzurre chiuderanno il girone con il doppio impegno contro la Danimarca (fissate il 27 ottobre in Italia e il 1 dicembre in trasferta). Le prime classificate dei nove gironi voleranno direttamente oltre Manica, insieme alle tre migliori seconde. Le altre sei invece dovranno affrontare i playoff per i tre posti ancora disponibili. (Silvia Campanella, TuttoSport, pag. 17)

 

Torna alla HOME di Dilettantissimo